Sede Secondaria di Pisa


Area di Ricerca San Cataldo Via G. Moruzzi N° 1 56124 Pisa Italia
Segreteria: +39-050-3153040 Fax: +39-050-3152760 E-Mail: segreteria@pi.ibf.cnr.it
Responsabile di Sezione Angelo Di Garbo

 

Erano gli anni sessanta quando nel CNR, durante la Presidenza di Giovanni Polvani, fu varato il programma delle Imprese: anche nel settore della Fisica si costituirono così gruppi in cui ricercatori di diversa estrazione culturale (fisici, biologi, chimici) affrontavano da un punto di vista interdisciplinare i problemi della biofisica, cominciando a elaborare nuovi approcci metodologici.

Scienziati lungimiranti e di grande autorevolezza scientifica come Carlo Franzinetti e Adriano Gozzini prima ed Alessandro Checcucci dopo a Pisa, Antonio Borsellino a Genova, Eduardo Caianiello a Napoli, letteralmente inventarono e crearono nel CNR gruppi di lavoro, forse a volte un poco improvvisati e scientificamente avventurosi, ma animati da grande entusiasmo e spirito di intraprendenza nei quali ricercatori di diversissima estrazione culturale (fisici, biologi, chimici, matematici, ingegneri, medici) si impegnavano ad affrontare in maniera interdisciplinare i problemi della Biofisica.

A Pisa, Genova e Napoli nascevano così i Laboratori del CNR che sarebbero poi stati tra gli Istituti di riferimento per la ricerca Biofisica nel contesto nazionale ed internazionale.

E’ certamente indicativo e non casuale che l’esigenza di interdisciplinarietà ed integrazione scientifica, imposte dalla natura stessa delle problematiche biofisiche e dalla varietà delle tecniche sperimentali e teoriche che dovevano essere utilizzate, fosse pienamente soddisfatta proprio dalle strutture di ricerca del CNR.

Nel 2001 il CNR, con il progetto di ristrutturazione della sua rete scientifica, ha deciso la costituzione del nuovo Istituto di Biofisica (un Organo di ricerca che riunisce diverse preesistenti entità: l’Istituto di Biofisica di Pisa, l’Istituto di Cibernetica e Biofisica di Genova, l’Istituto per le Applicazioni Interdisciplinari della Fisica di Palermo, il Centro di Studio sulla Biologia Cellulare e Molecolare delle Piante di Milano e il reparto di Biomolecole e Membrane Biologiche del Centro di Studio Fisica Stati Aggregati di Trento): una nuova realtà che costituisce, non solamente nell’ambito CNR, un punto di riferimento per la Biofisica italiana.

Passa in visualizzazione mobile
Torna Indietro